sabato 1 marzo 2014

tempo di... mascherine!

Carnevale: quanti ricordi!
È il tempo dei giovani: che si divertano e, almeno per un po', dimentichino i problemi legati al loro incerto futuro lavorativo. Dovunque circolano le maschere, in Sardegna poi abbiamo in proposito delle fortissime tradizioni, come la Sartiglia di Oristano, i mamuthones e sos issohadores di Mamoiada, sos thurpos di Orotelli, per citare solo alcune tra le più note. Chi fosse interessato ad approfondire può vedere qualcosa qui. Le mascherine più adorabili sono i bambini.
Così quest'anno ho voluto realizzare la mascherina per la mia pronipotina Sara. Molti anni fa (ma non poi così tanti ;-)!) avevo realizzato lo stesso costumino per sua madre. Lei non l'aveva dimenticato e perciò mi ha chiesto di fare la stessa cosa per sua figlia: si tratta del costume da Pantera Rosa.
Molto semplice e veloce da fare e, per chi si arrangia con ago, filo, e macchina da cucire, può essere realizzato anche con la stoffa.
Eccola, la nostra panterina:


 
Io ho usato della lana rosa da lavorare con ferri del n. 3 e mezzo: si tratta di un passamontagna a punto legaccio, con all'altezza del collo, circa 10 cm di 'elastico' (io chiamo così il punto ottenuto con 2 punti dritti e 2 rovesci) e poi, aumentando gradualmente i punti, una breve mantellina sulle spalle. Nella parte superiore ho realizzato, ad uncinetto, le orecchie.


 La parte inferiore è costituita da un calzoncino corto, confezionato sempre a punto legaccio, ed a cui ho applicato la coda, realizzata ad uncinetto (punti bassi lavorati 'a spirale') ed imbottita con gomma piuma ed un'anima in fil di ferro, opportunamente ripiegato alle estremità. Il tutto, cioè: sia il passamontagna che il calzoncino, è rifinito ad uncinetto a punto gambero. Il costumino, ovviamente, va indossato sopra una calzamaglia o una maglia e dei pantacollant dello stesso colore.
Devo dire la verità: mi sono un po' divertita a fare questo lavoro: mi piace fare qualcosa per i bambini perché si tratta di cose veloci che comunque mettono alla prova la tua fantasia. Quando avevo fatto il costumino per la mamma di Sara ne avevo fatto uno simile per il cuginetto. Solo che si trattava di un costume da leone dove la criniera era ottenuta con il punto pelliccia con cui avevo realizzato il passamontagna. Ovviamente il colore della lana era giallo-oro.

2 commenti:

elisabetta ha detto...

Le piace tanto a Sara, soprattutto il fatto che ha la coda come gnammy (nella sua lingua intende il gatto)!

Valeria feccia ha detto...

Ma che bella panterina!!!!! Bravissima come sempre!!! A presto Valeria

 
Statistiche gratis