lunedì 22 febbraio 2010

lavorare non in diagonale...

È possibile lavorare in orizzontale o in verticale, piuttosto che in diagonale, ma è meglio farlo solo per brevi tratti perchè altrimenti l'effetto non è molto gradevole. ci sono delle parti che è necessario fare in verticale come nel motivo de 'sa prama', dove il fusto è realizzato con punti in verticale, oppure - come nella foto sotto - il collo de 'su caponiscu' (= il galletto). in questo caso occorre saltare una trama per ritrovare il filo che si trova sulla stessa linea, per cui i nodi risultano leggermente più distanziati ed a seconda del filo o del tessuto usato, il risultato non è soddisfacente.
se si devono fare invece lunghi tratti è preferibile uno zig-zag di un solo nodo (tipo: un nodo su ed uno giù e così via... se si va in orizzontale o uno più a sinistra ed uno più a destra se si va in verticale)


8 commenti:

Jeaniner3 ha detto...

Graaaaaazieeeeeeee!
Sei davvero un tesoro!!

Adesso cercherò di riempire il mio quadrato...

un bacione,
Jeanine in Canada

r.a.b. ha detto...

:))))))))))))!!!!
buon lavoro!!!

LULLITA ha detto...

Che bel regalo che ci fai e, soprattutto, mi fai!!
Finalmente provo di nuovo il mio tanto sospirato punt'e nu! E solo grazie a te, Renata!
Vediamo se riesco a tirarne fuori qualcosa!!!!!! E spero di non cucirmi troppo i pantaloni! ;-))
grazie, grazie, grazie! Sei mitica!
Baci
Luisa - Roma

r.a.b. ha detto...

ciao Luisella!!!
sono molto contenta di sentirti!! come va? mi hai regalato un momento di allegrìa, facendomi ricordare l'episodio dei pantaloni cuciti! Grazie! se hai bisogno di qualche chiarimento non hai che da chiedere... come ha fatto Jeanine.
spero di risentirti presto. un baione.
renata :)

LULLITA ha detto...

Allora, credo di aver capito i nodi, forse......;-))
Ho fatto un quadrato come Jeanine e ora? Aiuto!!!!!
Il problema è che mi trovo spiazzata dal fatto che non c'è uno schema da seguire, insomma come si fa a progettare un lavoro del genere? Moooolto difficile!
Ma da buona sarda, testa dura, non mi arrendo!
Se ci riesco, faccio le foto e poi posso fartele vedere?
Grazie, signora maestra!
Bacioni

r.a.b. ha detto...

eja, Luisella, aspetto le tue foto. per quanto riguarda i problemi a cui ti riferisci, cioè la mancanza di uno schema, è lo stesso problema che all'inizio avevo anch'io, fino a quando non ho capito, osservando le foto che avevo fatto ad altissima risoluzione, che ogni motivo era in realtà la ripetizione - con opportune varianti - di alcuni motivi base, che puoi trovare qui: http://www.issinnus.it/home/it/attivita-dellassociazione/la-tutela-del-ricamo-teuladino/4-figure-semplici-e-motivi-decorativi?start=1 . io, di mio, ho provato a disegnare degli schemini per cominciare a realizzare qualche figura semplice e, se ti può aiutare, li riprodurrò in un prossimo post...
a presto.
renata:)
p.s.: mi piace l'allusione alla testardaggine di noi sardi: come dire 'conc'e coccina' :))))

elisabetta49 ha detto...

Beh, Renata, che dire.....sei un "tesoro"!
Grazie alle tue indicazioni sei riuscita a far capire anche a me come eseguire il punt'e nù!!! :-)
I percorsi geometrici mi affascinano e questo punto è ... estremamente delicato ed affascinante. Semplice, ma complicato!
Grazie ancora. ;-)
Ciao, Elisabetta
Unico punto dolente: ho poco tempo!

r.a.b. ha detto...

ciao Elisabetta!
sono contenta di esserti stata utile. Spero mi farai vedere i tuoi lavori.
Buona Pasqua a te.

 
Statistiche gratis